Eravamo arrivati ad un passo dalla premiazione ufficiale in Febbraio ma la situazione di emergenza che si è verificata ci ha obbligato a rimandare tutto a data da destinarsi.

Tenendo conto delle indicazioni di sicurezza per evitare assembramenti, abbiamo finalmente premiato i tre team vincitori della terza edizione, invitandoli ad una diretta che si è tenuta mercoledì 8 luglio 2020, nella splendida cornice dell’Abbazia di Mirasole, andata online sul nostro sito.

Presenti due dei tre team vincitori; Francesco Cassese di Fondazione Alamo, dopo una breve introduzione del Presidente Mario Saporiti, ha presentato i progetti.

  • Al terzo posto, partecipanti solo con video a causa di imprevisti di viaggio,  il team di BIRDI di cui fanno parte Vittorio Addis, Enrico Usai e Sara Defraia, che ha progettato un nuovo prodotto basato su tecnologie abilitanti (IoT, remote sensing, proximal sensing, machine learning) per gestire i fattori che intervengono nel sistema produttivo, con l’obiettivo di monitorare le variabili ambientali al fine di migliorare l’utilizzo dei suoli e delle colture.
  • Al secondo posto i due fratelli Nicola e Michele Solimeo, provenienti da Asti, con il progetto Brodos Family: il primo Bone Broth italiano preparato artigianalmente solo con materia prima di altissima qualità e proveniente esclusivamente da piccoli allevamenti attenti al benessere animale.
  • Si aggiudica il primo posto il primo posto Filiera della Seta, di Maddalena Mariani, Massimo Proia e Antonella Della Bella: un progetto che si propone di reintrodurre la produzione serica sul territorio nazionale attraverso la ricostruzione dell’intera filiera, dalla coltivazione del gelso, all’allevamento del baco fino alla digitalizzazione produttiva di un filo di seta completamente Made in Italy.