Giovanni Mazzucotelli e Maria Cazzaniga sono due giovani che hanno scommesso su un’idea: intrecciare le passioni di entrambi creando dei giardini con piante speciali che siano belle da vedere e buone da mangiare. Nasce così Res Naturae. Tutte le piante sono coltivate con metodi naturali senza l’uso di fitofarmaci o di erbicidi. In particolare si sono specializzati sul rabarbaro italiano, di cui coltivano sette varietà. Da loro si possono acquistare i gambi freschi o la trasformazione in confetture, nettari e composte.
Fondazione Alamo ha contribuito al progetto sostenendo una parte dell’affitto di nuovi terreni in Valsassina e l’acquisto di teli, concimi e rizomi, oltre all’allacciamento all’acquedotto. E’ stato poi individuato un finanziatore che, attraverso un prestito, ha permesso di poter iniziare a pieno regime l’attività.